A2 Studio Gasparri e Ricci Bitti Architetti associati

  • 20 Febbraio 2018

A2 Studio Gasparri e Ricci Bitti Architetti associati
Architetti

Antonio nasce a Imola l’ 08/04/1964 e si laurea alla Facoltà di Architettura di Firenze nel 1998 dopo una decennale esperienza lavorativa; Andrea nasce a Faenza il 3 Aprile dello stesso anno e si laurea anch’esso alla Facoltà di Architettura di Firenze nel 1990. Entrambi collaborano attivamente con l’arch. Francesco Coppola dal 1990 fino al 2004.
Un destino che sembra segnato ancora prima di iniziare e che porta il I° Maggio 1994 alla fondazione dell’A2 studio in cui le due “A” non stanno a simboleggiare solo le loro iniziali.
Nel 1999 iniziano una collaborazione quinquennale con un’azienda leader nell’ambito della realizzazione di sistemi espositivi che porterà alla creazione di numerosi Showroom ed allestimenti nelle maggiori fiere italiane.
Di particolare importanza la realizzazione di due sale mostre di Arredo bagno e Ceramiche – Cagliari (2004), lo Showroom Simei – Imola (2006/2007) e lo Showroom GMC – Campobasso (2010).
Lo studio spazia in plurimi campi, tra cui il settore alberghiero; tra questi progetti in particolare la sistemazione outdoor del complesso alberghiero Monte del Re (2007) a Imola.
Tutto ciò senza abbandonare la progettazione delle architetture residenziali utilizzando un linguaggio che spazia da un eclettismo innovativo ad un recupero delle origini e delle tradizioni. Una particolare sensibilità ecologica li porta a progettare anche con nuovi materiali come il legno senza mai trascurare il dettaglio e le piccole cose che sono determinanti per creare atmosfere, sensazioni, emozioni.
La stessa cura e scrupolosità viene dedicata anche a progetti di edifici direzionali in cui lo spazio per il lavoro viene caricato di grande importanza mettendo al centro di tutto la persona ed il proprio benessere. Tra i più importanti progetti ritroviamo il centro direzionale Mercatone Uno a Imola in collaborazione con l’arch. Francesco Coppola (1999-2000), l’edificio amministrativo per la ditta “CirAmbiente” (1999-2000), la sede di Akron (2008), Acantho (2009), HeraComm (2009) e l’interior design del quartier generale del Gruppo Rava – Aurora a Faenza portati a termine nel 2009. Di recente realizzazione è l’edificio Effedue (2013), un complesso direzionale di qualità, a misura d’uomo che ha saputo coniugare bellezza, comfort e funzionalità in un unicum ben riuscito.
L’interesse primario è sempre lo stesso: la cura per la progettazione. Si va dall’allestimento alla progettazione di interni con occhio di riguardo all’artigianato e all’arredo su misura; dagli interventi su spazi pubblici piuttosto che su edifici storici o vincolati; dagli edifici residenziali a quelli commerciali fino alla progettazione urbana a piccola scala. L’approccio progettuale è sempre privo di preconcetti e volto a reinterpretare la natura del luogo specifico e le esigenze della committenza.
La ricerca e la sperimentazione sono alla base della professionalità che si avvale della collaborazione di qualificati consulenti esterni per discipline specialistiche (strutture, impianti, ect) coordinandone le singole attività.
Nel 2009 nasce la collaborazione con lo studio aMdL (arch. Michele De Lucchi e Arch. Angelo Micheli) per reinterpretare i nuovi spazi di lavoro della società di servizi Hera (in tutto 23 interventi sul territorio emiliano romagnolo) ed alcune ristrutturazioni residenziali di pregio.
Non mancano inoltre le occasioni per cimentarsi in concorsi di progettazione sul territorio nazionale.
L’attenzione alla sostenibilità ed all’ambiente li porta a confrontarsi con un ambito non prettamente architettonico al quale dedicano altrettanta cura e passione.
Nasce così nel 2010 il progetto per l’impianto fotovoltaico galleggiante più grande di Europa con 5 isole fluttuanti sull’acqua di una superficie complessiva di circa 5.550 mq, nel 2011 il nuovo design per le pensiline fotovoltaiche del parcheggio del The Style Outlet di Castel Guelfo e nel 2013 il progetto per l’impianto fotovoltaico all’ Autodromo Internazionale Enzo Dino Ferrari di Imola.
Le loro creazioni, sostenibili e sempre attente all’ambiente, sono connotate da forte identità ed unicità. Le numerose realizzazioni per le pubbliche amministrazioni e per importanti committenze private connesse al mondo residenziale e della collettività, ne fanno uno studio completo e di grande rilevanza sul panorama nazionale.
Si occupano di tutto ciò che è fattibile nel campo dell’architettura : spazi per vivere, lavorare energie rinnovabili , urbanistica, attività commerciali ed espositive.
Per loro l’architettura è un gioco un’avventura, sperimentazione e pioneristica, arte e fisica, dove si fondono la modernità degli elementi con la tradizione, dove le capacità e la conoscenza sono al servizio del committente, per questo pensano che sia il mestiere più bello del mondo.