Claudio Balestri

  • 10 May 2016

talkers-balestri

Claudio Balestri
Presidente OIKOS

Claudio Balestri è il presidente di Oikos – colore e materia per l’architettura. Il suo è il profilo di un imprenditore etico sin dagli inizi della sua attività, oltre 30 anni fa, quando ha deciso che era arrivato il momento di cambiare il mondo dei colori per l’edilizia, sia studiando nuove soluzioni decorative, sia creando un’alternativa sostenibile. L’investimento nella ricerca, estetica e di laboratorio, è stato il primo passo, indispensabile. Lo studio della tradizione decorativa italiana ha aperto le porte alla creazione di nuove espressioni ornamentali, in cui la figura del mastro decoratore torna in primo piano: i prodotti Oikos prendono vita nel momento dell’applicazione, per generare risultati straordinari. Dopo lo studio del passato, Balestri ha investito ancora nella ricerca, questa volta creando materie dal carattere forte, versatile, innovativo: materie contemporanee.
Questa ricerca è strettamente legata al profilo “green” che Claudio Balestri ha voluto per Oikos, ampliando il concetto di sostenibilità a comprendere non solo la scelta di materie prime selezionate secondo princìpi di sostenibilità, ma lo studio di cicli produttivi a bassissimo impatto ambientale e ancor più basso dispendio energetico, con il riuso di beni preziosi: per esempio l’acqua, ma anche
le polveri residue di lavorazioni altrui, come metalli o minerali, reimpiegate per creare materie che restituiscono la sensazione di pareti di ferro o di pietra, senza mai intaccare la natura. Un atteggiamento responsabile che ha saputo estendere ai diversi aspetti del fare impresa: per esempio prestando la massima attenzione al benessere di chi lavora in azienda, assicurando il massimo della salubrità degli ambienti; impegnandosi in iniziative a favore dell’arte e in progetti a fondo sociale. L’ambiente – naturale, urbano, umano – è la parola chiave del lavoro di Claudio Balestri e di Oikos, insieme a questo la riflessione sul colore e la materia. Ridefinire completamente il senso della materia è l’esigenza nata negli ultimi anni, nel momento in cui Oikos ha creato materie vive, duttili, espressive. Materie che si definiscono nel dialogo con la luce e che trovano compimento nell’interpretazione che ogni progettista ne fa, che le trasforma in un prodotto “su misura”. Nasce una materia che diventa parte integrante del progetto architettonico. Nel pensiero di Claudio Balestri, ogni aspetto del lavoro deve essere affrontato cercando di ampliare il proprio orizzonte. Per esempio non è più sufficiente avere dei cataloghi, ma bisogna immaginare dei volumi in grado di raccontare una materia così innovativa, attraverso immagini, parole, suggestioni.
Dimenticando le tradizionali classificazioni, ma dando vita a dei volumi artistici, le “Monografie” per definire questa nuova materia in modo nuovo. L’arte è ancora una volta compagna di viaggio nel lavoro di Balestri. Le “Monografie” sono state inserite nell’ADI Design Index nel 2012. Un riconoscimento che si aggiunge ai molti già ricevuti per l’impegno verso l’ambiente, tra cui il Premio Economia verde di Legambiente nel 2011, il Marchio Impresa Etica, il marchio UGO del CISE, la menzione al Gran Design Etico, il Premio per l’Innovazione ADI Design Index 2012, il premio Imprese x Innovazione Pininfarina nel 2014 e il premio delle 100 Eccellenze Italiane nel 2015.
Coniugare etica ed estetica, ma anche etica e impresa.
Questa la sfida di Claudio Balestri con Oikos.

www.oikos-group.it